M3V Onlus M3V Onlus M3V Onlus

Congresso Internazionale FIBIP

VIII Congresso Internazionale FIBIP
22-23 Febbraio 2011, Roma
“Il Pensiero Bioetico Contemporaneo”

L’ VIII Congresso Internazionale della FIBIP, che si svolgerà a Roma i prossimi 22-23 febbraio 2011, ha come scopo finale due obiettivi precisi:

il primo è quello di far conoscere in modo sistematico alcune correnti di pensiero contemporaneo particolarmente importanti per la Bioetica, sia a livello interpretativo che a livello applicativo. La conoscenza di questi orientamenti renderanno più facile comprendere anche alcune strategie che in questi anni si stanno portando avanti per riplasmare l’idea di Uomo, di Vita e di Società.

il secondo è quello di mettere a fuoco le strategie comunicative necessarie perchéla Bioetica Personalista sia più incidente nelle dinamiche della nostra Società e nella Formazione delle giovani generazioni.

La Metodologia che si utilizzerà è mista: una prima parte sarà sistematica con interventi affidati ad un Relatore e a due Discussant; una seconda parte sarà aperta alle Comunicazioni, proposte dai partecipanti: fra quelle presentate saranno scelte le 10 migliori da parte del Comitato Scientifico FIBIP.

Programma

22 Mattina ore 9.30 – 13.00

9.30 – 10.00
Saluti delle Autorità ed Introduzione ai Lavori

10.00 – 10.30
Lectio introduttiva di S. Em. Rev.ma Card. Elio Sgreccia
(Presidente – FIBIP – Roma – Italia)
“Personalismo in Bioetica e Pensiero Contemporaneo”

10.30 – 11.30 Primo intervento
“Pensiero Sistemico e Bioetica”
Relazione: Prof. Alfredo Marcos Martinez (Università di Valladolid – Valladolid – Spagna)
Discussant: Dott. Luca Valera  (FAST – UCBM – Roma – Italia)
Dott. Francesco Ognibene (Quotidiano “Avvenire” – Roma – Italia)

Coffee Break

12.00 – 13.00 Secondo intervento
“Tecnoscienza”
Relazione: Prof. Giorgio Israel (Università “Sapienza” – Roma – Italia)
Discussant: Dott. Alessandro Giuliani (ISS – Roma – Italia)
Dott. Andrea Virdis (Istituto di Bioetica – UCSC – Roma – Italia)

22 Pomeriggio ore 15.00 – 18.00

15.00 – 16.00 Terzo intervento
“Politiche della Vita”
Relazione: Prof. Sergio Belardinelli (Università di Bologna “Alma Mater
Studiorum”– Bologna – Italia)
Discussant: Prof.ssa Maria Luisa Di Pietro (Istituto di Igiene – Dipartimento
di Sanità Pubblica –UCSC – Roma – Italia)
Dott. Francesco Ognibene (Quotidiano “Avvenire” – Roma – Italia)

16.00 – 17.00 Quarto intervento
“Transumanesimo e Singolarità Tecnologica”
Relazione: Prof.ssa Elena Maria Postigo de Solana (Università San Paolo
CEU – Madrid – Spagna)
Discussant: Prof. Alberto Germán Bochatey (Collegio Internazionale
Santa Monica – Roma – Italia)
Dott. Francis Rocca (Religion News Service – Roma – Italia)

17.00 – 17.30
“Lettura Conclusiva”
Prof. Antonio Gioacchino Spagnolo (Istituto di Bioetica – UCSC – Roma – Italia)

17.30 – 18.00 Avvisi e notizie su programma serale e giornata successiva
22 Sera ore 21.00
Visita Guidata esclusiva nella Cappella Sistina (da confermare)

23 Mattina ore 9.30 – 13.00
Sezione di Comunicazioni su: “Esperienze su come Comunicare i contenuti della Bioetica Personalista”

Moderatori:
Prof.ssa Mónica López Barahona (Centro de EstudiosBiosanitarios – Madrid – Spagna)
Dott. Stefano Tognoli (Ufficio Comunicazioni e Stampa – UCBM – Roma – Italia)

9.30 – 10.00 Intervento introduttivo
“Bioetica e mezzi di comunicazione: alcune questioni chiave di un rapporto difficile”
Relazione: Prof. Diego Contreras (Facoltà di Comunicazioni Istituzionali – Pontificia
Università della Santa Croce – Roma – Italia)
Comunicazioni programmate

10.00 – 10.20 Tomismo analitico: Etica e Bioetica
Prof.ssa Palma Sgreccia   (Istituto Internazionale di Teologia Pastorale
Sanitaria – “Camillianum” – Roma – Italia)

10.20 – 10.40 La Medicina dei Nuovi Vampiri: da Twilight ad Eclipse
Dott.ssa Marta Bertolaso (FAST – UCBM – Roma – Italia)
Dott.ssa Simona Ugolini (FAST – UCBM – Roma – Italia)

Coffee Break
Comunicazioni Selezionate (11.00 – 13.00)
Saranno presentate le migliori dieci Comunicazioni pervenute (10’ a comunicazione).
È’ possibile inviare una Comunicazione, in inglese, italiano o spagnolo (entro e non oltre il 30 gennaio 2011 a: p.porena@unicampus.it con oggetto “Comunicazione”) sul tema: “Come Comunicare i contenuti della Bioetica Personalista”.
Una Commissione FIBIP giudicherà gli elaborati e predisporrà l’elenco delle selezionate, comunicando ai Partecipanti  selezionati modalità e tempi di presentazione.

Durante l’incontro sarà possibile fare domande prenotandosi in sala.
13.30
Conclusioni del Congresso
23 Pomeriggio  ore 15.00 – 19.00
Assemblea FIBIP e Giunta di Direzione
(Aula del Senato Accademico)

Sede Congresso
Pontificia Università della Santa Croce,
Piazza di Sant’ Apollinare, 49
00186 – Roma.
Aula Giovanni Paolo II

www.pusc.it

Segreteria Organizzativa
FAST – Istituto di Filosofia dell’Agire Scientifico e Tecnologico
Università Campus Bio-Medico di Roma
Dott. Patrizio Porena
Tel. +39 06 22 54 1 9008 (Lun. Mar. Gio.)
Email: p.porena@unicampus.it

Comitato Scientifico

Presidente

Prof. Elio Sgreccia (Presidente FIBIP – Roma – Italia)

Membri

Prof. Vittoradolfo Tambone (FAST – UCBM – Roma – Italia)
Prof.ssa Maria Luisa Di Pietro (Istituto di Igiene – Dipartimento di
Sanità Pubblica – UCSC – Roma – Italia)
Prof. Diego Contreras (Facoltà di Comunicazioni Istituzionale – Pontificia
Università della Santa Croce – Roma – Italia)
Prof. Alberto Bochatey (Collegio Internazionale Santa Monica – Roma – Italia)

Iscrizioni Congresso

Costo Iscrizione:
Quota Ordinaria
Euro 70,00
Quota Federati FIBIP
Euro 50,00
Quota Studenti
Euro 30,00

Il versamento della quota d’iscrizione dovrà essere effettuato, tramite Bonifico Bancario da un qualsiasi Istituto di Credito, su conto corrente intestato a FIBIP,

IBAN: IT 54 H 02008 05314 000400423252, BIC SWIFT: UNCRITMB41, Causale: Congresso FIBIP 2011

A pagamento eseguito, inviare compilando il form, spedito assieme a questo, alla segreteria organizzativa, i seguenti dati anagrafici: nome, cognome, nazionalità, qualifica, professione e struttura di riferimento.
Per avere informazioni su alloggi convenzionati vicino alla sede del Congresso, inviare una mail alla segreteria organizzativa.
L’evento è in fase di Accreditamento ECM e per l’assegnazione di Crediti Formativi Universitari.

Relatori:

S. Em. Rev.ma Card. Elio Sgreccia (Presidente – FIBIP – Roma – Italia)
Nato ad Arcevia (AN) il 6 giugno 1928 ed ordinato sacerdote il 29 giugno 1952. Già docente di Bioetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, è nominato ordinario nel 1990 e assieme a tale nomina giunge anche l’incarico di membro del Comitato Nazionale per la Bioetica (fino al 2006) e l’incarico di Direttore dell’Istituto di Bioetica (dal 1992 al 2000). Dal 1985 al 2006 è stato Direttore del Centro di Bioetica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Eletto all’episcopato da papa Giovanni Paolo II il 5 novembre 1992 è stato consacrato vescovo il 6 gennaio 1993. Nell’anno 2001, all’interno del Ministero della Sanità, è componente della Commissione delle linee guida nell’ambito della consulenza e dei test genetici. Dal 2003 è presidente della FIBIP, dal 2004 è presidente della Fondazione Ut Vitam Habeant e Associazione Donum Vitae. Presidente della Pontificia Accademia per la Vita dal 2005 al 2008.  Nel concistoro del 20 novembre 2010 papa Benedetto XVI lo ha creato cardinale e gli ha assegnato la diaconia di Sant’Angelo in Pescheria.
Prof. Alfredo Marcos Martinez (Università di Valladolid – Valladolid – Spagna)
Dottore in Filosofia presso l’Università di Barcellona. Direttore del Dipartimento di Filosofia presso l’Università di Valladolid (2002-2008). Attualmente, Coordinatore del Master e del Dottorato di Logica e Filosofia della Scienza, presso l’Università di Valladolid.

Prof. Giorgio Israel (Università “Sapienza” – Roma – Italia)
Laureato in Matematica presso l’Università di Roma “Sapienza”. Direttore del Corso di Perfezionamento in Storia della Scienza (Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Roma “Sapienza”). Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Metodologia delle Scienze (Università di Roma “Sapienza”) dal  2001 al  2006. Attualmente Professore Ordinario presso il Dipartimento di Matematica dell’Università “Sapienza”.
Prof. Sergio Belardinelli (Università di Bologna  “Alma Mater Studiorum”– Bologna – Italia)
È laureato in Filosofia nell’Università di Perugia; dal 1979 ha insegnato in diverse Università italiane e straniere; attualmente è professore ordinario di Sociologia dei Processi Culturali e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Mass Media e Politica nell’Università di Bologna, Sede di Forlì.
Prof. Diego Contreras (Pontificia Università della Santa Croce – Roma – Italia)
Dottore in Comunicazione per l’Università di Navarra (Spagna). Professore Straordinario di Analisi e Pratica dell’Informazione nella Facoltà di Comunicazione Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce, della quale è attualmente decano.
Prof.ssa Elena Maria Postigo de Solana (Università San Paolo CEU – Madrid – Spagna)
Laureata in Filosofia presso l’Università del Sacro Cuore di Milano. Dottore di Ricerca in Bioetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E ‘stato docente di Bioetica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Fondamenti di Bioetica presso l’Università di Navarra. Attualmente è Professore Associato di Bioetica e Antropologia Filosofica presso l’Università San Paolo CEU di Madrid. Membro Corrispondente della Pontificia Accademia Pro Vita dal 2005 e Segretario Generale dell’Associazione spagnola di Bioetica ed Etica Medica.
Prof. Antonio Gioacchino Spagnolo (Istituto di Bioetica – UCSC – Roma – Italia)
Laureato in Medicina e chirurgia; specializzato in Cardiologia e in Medicina legale e delle assicurazioni; baccellierato in Filosofia. E’ professore Straordinario di Medicina legale e delle Assicurazioni e Bioetica. E’ attualmente il Direttore dell’Istituto di Bioetica, Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sede di Roma ed è membro del Comitato di Direzione del Centro di Ateneo di Bioetica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

FIBIP

Federazione Internazionale dei Centri ed Istituti di Bioetica di Ispirazione Personalista
La FIBIP (Federazione Internazionale dei Centri ed Istituti di Bioetica di Ispirazione Personalista), che ha sede presso il Centro di Ateneo di Bioetica dell’Università Cattolica, sezione di Roma, nasce dalla consapevolezza che le decisioni e gli orientamenti che vengono a prospettarsi nell’ambito delle scienze biomediche soggette ad un accelerato ed incisivo progresso ed ad altrettanto innovative applicazioni, avranno una decisiva importanza per il futuro dell’umanità; e dalla persuasione che il valore centrale ed inviolabile per ogni progresso scientifico e culturale è costituito dalla ricerca del bene comune attraverso la promozione del bene della persona umana, dal concepimento alla sua morte, d’altra parte essa sente la necessità di unificare gli sforzi e le intelligenze per precisare nelle nuove situazioni i valori che possono contribuire a realizzare un autentico progresso.
Nella situazione di pluralismo che si riscontra nel panorama bioetico internazionale, la riflessione sul valore della persona umana, intesa in tutte le sue condizioni esistenziali, è garantita dalla ragione umana e può ricevere un contributo decisivo dalla tradizione giudaico-cristiana, dal Magistero della Chiesa Cattolica e dalle grandi tradizioni etnico-culturali, così come dalle religioni tradizionali. Si ritiene inoltre che la ragione umana sia in grado di comprendere adeguatamente la verità sull’uomo e di essere aperta costitutivamente alla Trascendenza.
La FIBIP ha lo scopo di attivare la collaborazione nell’identificare e approfondire i temi bioetici relativi all’assistenza sanitaria nei Paesi in via di sviluppo e del diritto alla cura per tutte le persone minacciate dalla fragilità, dall’ handicap, dalla povertà e dal sottosviluppo; di assumere e promuovere, dal punto di vista epistemologico, l’impegno ad approfondire il dato scientifico nel rispetto della fisionomia propria delle discipline interpellate dalla bioetica e a valorizzare il confronto tra le varie discipline in una visione di integrazione e di globale armonia di tutti gli aspetti e i valori che toccano l’uomo, la società, e l’ambiente con l’attenzione alle esigenze delle future generazioni.
Per ulteriori informazioni: www.fibip.org
Comunicazioni Selezionate:
IL FENOMENO FACEBOOK: UNA RISORSA O UNA MINACCIA PER L’UOMO? ANTROPOLOGIA DELL’UNITA’.

Federica Marchini
Presidente M3V Mission for Life onlus – Roma – Italia

PREMESSA

Oggi sono tante le discipline che si occupano dell’uomo ma quest’ultimo rimane, pur sempre, un essere sconosciuto, che richiede di essere continuamente riscoperto.
Le nuove tecnologie, gli sviluppi incalzanti delle scienze della vita e delle neuroscienze hanno  determinato da un lato il rischio spiritualistico che allontana le persone dalla loro corporeità e dall’altro quello materialistico che riduce l’individuo a sola materia organica. Sia nell’uno che nell’altro caso si rimette in discussione il concetto di identità, di rispetto della persona nonché di responsabilità verso se stessi e verso gli altri. Di conseguenza anche oggi si impone urgente l’attenzione sulla “questione antropologica” più  che sulla “questione sociale” o sulla “questione istituzionale democratica” che hanno caratterizzato la cultura occidentale di questi ultimi due secoli.
Quanto più progredisce la scienza, tanto più indispensabile diventa la speculazione filosofica con il suo estremo bisogno di una rinnovata e approfondita ricerca sulla natura dell’uomo e sul suo posto nell’universo, sugli interrogativi fondamentali: in che cosa consista l’umanità dell’uomo, che cosa fa dell’uomo un uomo.
Pur non mancando segnali positivi e di speranza dell’ultimo ‘900 legati soprattutto alla ripresa del pensiero filosofico in chiave personalista,l’uomo all’inizio del III millennio presenta un profilo abbastanza preoccupante: confuso, frammentato, privo di solide convinzioni, nelle contraddizioni di una società complessa, bombardato da un’infinita quantità e varietà di messaggi mediatici.

Nel merito della questione relativa al fenomeno FACEBOOK  le precisazioni riguardano:
A. La comunicazione intersoggettiva
B. L’oralità elettronica
C. I  presupposti culturali

CONCLUSIONI

La dissociazione tra l’esteriorità del corpo e l’interiorità della persona rompe l’unità della persona, che è un centro luminoso di unificazione dinamica.
Nel caso della oralità elettronica la dissociazione è agevolata (prevalenza dell’immagine-assenza del contesto-possibilità infinita di manipolazione-mancanza di contatto fisico-relazioni non significative ecc.) soprattutto perché la visione dell’uomo, del mondo, della persona rimandano ad una visione dell’uomo fortemente dissociata. Qui sta il nodo della questione.
Non compete alla tecnologia definire la persona, ma può dare un utile e positivo contributo alla ricerca filosofica e antropologica.
Nella società di oggi coesistono modelli etici di riferimento diversi e conflittuali.
Noi ci riconosciamo nel modello personalista, nel quale soltanto l’uomo fra tutti i viventi, nella sua totalità di corpo, anima e spirito è persona provvista di razionalità.
In definitiva la tutela e la qualità della vita  non conosce frontiere e non deve essere rilevata solo nei casi limite  ma perseguita comunque. L’universo informatico è di per sé allettante ed anche affascinante ma trova il suo significato e il suo limite quando si pone al servizio della persona.

Donazioni

Sostieni la M3V Onlus e i suoi progetti con donazioni tramite bonifico bancario al seguente IBAN:
IT65Y0200805205000400857207

oppure tramite carta di credito su sistema sicuro Paypal, cliccando sul bottone qui sotto.





Ultime news

maxresdefault

LA ROBUSTEZZA DEGLI ORGANISMI VIVENTI – Rome, October 14th – 16 th, 2014

Inserito venerdì 10 ottobre 2014

slide14

Congresso Internazionale FIBIP

Inserito martedì 22 febbraio 2011

Federica Marchini e Adriano Pessina

L’uomo tecnologico

Inserito giovedì 7 ottobre 2010